Turchia: Bellerofonte e i tesori della Pisidia

  • Destinazione: ,
  • Durata: 8 giorni
  • Partenza: 07/09/2024
  • Arrivo: 14/09/2024
  • Prezzo: €3,250

Tour di 8 giorni
Minimo 10 partecipanti massimo 16 partecipanti
Esperto accompagnatore Kel12
Quota “a partire da” soggetta a riconferma
Non incluso: tasse, oneri, assicurazione e supplemento alta stagione

Turchia: Bellerofonte e i tesori della Pisidia

Durata 8 GIORNI

Partecipanti MINIMO 10 MASSIMO 16

La costa meridionale della Turchia, una delle regioni più affascinanti dell’intero Mediterraneo, conserva un autentico compendio dell’arte e dell’architettura classiche. Crocevia di antiche civiltà, di traffici e scambi culturali, in prossimità del mare è stata contaminata dal turismo di massa e dall’edilizia selvaggia; a pochi chilometri dalla costa, però, lasciatisi alle spalle gli affollati centri balneari e addentrandosi tra vaste pinete e maestose foreste di cipressi secolari, è possibile raggiungere alcune città le cui origini si perdono nei meandri della Storia e che ancora attendono di essere esplorate. A causa della loro posizione, sono note anche come “le città nelle nuvole”.

Dopo la visita di Istanbul, città che racchiude in sé la storia millenaria a cavallo di due continenti, ci rechiamo quindi nella “regione dei laghi”, ovvero l’antica Pisidia, menzionata per la prima volta nell’Anabasi, la celebre opera storiografica di Senofonte. Voleremo quindi da una delle città più grandi e popolose ad una regione remota e poco conosciuta dove, a seconda della stagione, saremo circondati da campi sconfinati di lavanda in fiore o dal profumo dolce della celebre rosa di Isparta, esportata in tutto il mondo.

È tra i laghi, i boschi e le montagne del Tauro, pascoli e alpeggi, faraglioni rocciosi e grotte carsiche che ci fermeremo due notti. È in questo contesto che giace appollaiato il sito archeologico di Sagalassos. Situato sulle pendici del monte Akdağ a un’altitudine di circa 1.500 metri, è stato riportato in parte agli antichi splendori da accurate campagne di scavo. Le sue rovine sono grandiose, addirittura mozzafiato: spiccano un magnifico santuario (o heroon) e il superbo ninfeo di età antonina, pressoché unico nel suo genere per completezza, tanto che vi sgorga ancora l’acqua come due millenni addietro. Scenderemo poi dalle montagne fino alla costa Mediterranea, dove staremo altre tre notti. Da qui, tra i vari siti, grandiose sono le rovine di Selge, uno dei tesori nascosti più sorprendenti della regione, sparse attorno all’odierno villaggio di Altikaya: sorgono su un altopiano a circa 1000 metri di altitudine sul versante meridionale dei monti del Tauro. I resti della città sono dominati dallo spettacolare teatro, che poteva ospitare circa 16.000 spettatori.

Infine, la silente città di Termessos, arroccata su una specie di nido d’aquila, a 1.050 metri sul livello del mare, è raggiungibile in circa mezz’ora solo lungo un erto sentiero: la fatica è però ampiamente ripagata dal fascino che permea l’intero sito archeologico, le cui rovine sono avvolte da una fitta vegetazione, in uno scenario naturale grandioso. L’antica città della Pisidia, assediata da Alessandro Magno e poi dai romani, si dice che fu fondata da Bellerofonte, l’eroe mitologico che, sul dorso del cavallo alato Pegaso, uccise il celebre mostro Chimera.

Richiedici il programma dettagliato!

OFFERTE
CONTATTI
AREA NOZZE
PAGA QUI
SHOP