Libano, l’eco della storia nel Paese dei cedri

  • Destinazione: ,
  • Durata: 8 giorni
  • Partenza: 03/07/2021
  • Arrivo: 10/07/2021
  • Prezzo: €2,600

Esperto accompagnatore Kel 12 durante il tour
Minimo 8 – Massimo 16 partecipanti
Quota “a partire da” soggetta a riconferma
Non incluso: tasse, oneri e assicurazioni

Bianco come il latte (laban) e la neve che ricopre le montagne. Azzurro come il Mediterraneo che porta genti e racconti di terre lontane. Verde come gli ultimi cedri, millenari testimoni di un’eco senza tempo. Parlare di Libano è già intessere un mosaico di colori, visitarlo è sentirsi parte di esso. Nessun Paese europeo può vantare il multiculturalismo su cui è fondata la società libanese e poche città al mondo possono vantare una storia di migliaia di anni, come la leggendaria Byblos. Il perdurare delle differenze, sociali, religiose e anche ambientali, lungo il corso di una Storia così longeva, ha fatto in modo che, non solo fosse feconda di vestigie magnifiche, ma che continuasse tutt’oggi a ispirare una straordinaria vivacità culturale. Il nostro viaggio attraversa questo Paese, tra cromie e forme mosaicali, cercando quell’unicum continuum indispensabile per conoscerlo e cercare di comprendere ciò che è simile e ciò che è diverso da noi. Beirut non lascia indifferenti, con i suoi mille volti attraverso distruzione e nuova vita. Scopriremo poi un territorio poliforme, in cui la costa mediterranea lascia il posto alla catena del Monte Libano e poi alla fertile valle della Beqaa, tra macchia mediterranea, vitigni, le grotte di Jeita e passi innevati fino a tarda primavera. Tre gioielli millenari promettono di sorprenderci: Byblos, continuativamente abitata da 7.000 anni, Tripoli, dal fascino arabo, e Tiro, dove si trova uno dei più grandi e meglio conservati ippodromi romani. Tra le verdeggianti colline non mancano le architetture ottomane, come il palazzo di Beiteddine, o i monasteri isolati in contesti idilliaci, come quello di Mar Antonios Qozhaya, nella Valle di Qadisha. Infine l’acropoli di Baalbek: imponente, sontuosa, solenne. Uno dei luoghi cardine da cui  si è sviluppata la nostra civiltà. Il nostro viaggio include tutti e cinque i siti patrimonio dell’umanità Unesco ma anche alcuni luoghi fuori dalle rotte turistiche: dal Museo della Resistenza di Mleeta alla Rashid Karami International Fair di Tripoli, progettata dal celebre architetto Oscar Niemeyen. Ed anche l’enogastronomia, particolarmente ricca e raffinata, ci consente di viaggiare tra i sapori mediterranei e quelli arabi, dagli influssi turchi a quelli armeni. Spesso a queste longitudini i luoghi vengono descritti come punto d’incontro tra Oriente e Occidente. Il Libano è certamente uno di questi. Ma non solo. È un po’ il cuore pulsante dell’umanità. Dove nessuno è solamente di passaggio, dove tutti finiscono per restare; dove ogni cosa che deve accadere, nel bene e nel male, accade. La sua Storia, iniziata migliaia di anni fa, è sui nostri libri di scuola; e questo viaggio la vuole percorrere tutta fino ai giorni nostri: un’eco profonda e ancora vibrante carica di passioni, ideali, leggende, tremendi conflitti, espressioni artistiche senza pari.

Richiedici il programma dettagliato!

Indietro
[highlight]Seguici sui Social[/highlight]