Bhutan: regno incantato sull’Himalaya – Festival di Jakar

  • Destinazione: , ,
  • Durata: 11700 giorni
  • Partenza: 04/10/2021
  • Arrivo: 18/10/2021
  • Prezzo: €15

In questo viaggio non visitiamo solo le mete classiche di questo paese, ma ci inoltriamo anche nelle sue zone centrali per scoprire i luoghi meno battuti dal turismo.
Un viaggio in due paesi affascinanti in hotel di charme dove anche il soggiorno alberghiero diventa un’esperienza unica, come all’affascinante Dwarika’s di Kathmandu e allo Zhiwa Ling Heritage immerso tra le colline di Paro, gioiello architettonico che unisce il patrimonio culturale bhutanese al comfort.
Il lodge Bumthang Amankora, del prestigioso gruppo Aman e il Gangtey Lodge offre comfort e lusso in uno dei luoghi più remoti del mondo.
Il tour si svolge in occasione del Festival di Jakar, uno dei tradizionali festival più autentici del Bhutan.
Minimo 8 – Massimo 10 partecipanti
Quota “a partire da” soggetta a riconferma
Non incluso: tasse, oneri e assicurazione

UN REGNO INCANTATO SULL’HIMALAYA IN OCCASIONE DEL FESTIVAL DI JAKAR (LUXURY EXPEDITION)

Il Bhutan è l’ultimo regno buddhista himalayano, uno dei luoghi più remoti e meno visitati al mondo che, da poco più di trent’anni, ha scelto di aprire i suoi confini solo ad un turismo rispettoso della sua cultura e delle sue tradizioni. Circondato da due grandi colossi, la Cina e l’India, si avvicina cautamente alla modernità, accompagnato in questo da un sovrano illuminato. La terra del Drago Tonante è un luogo straordinario, ricco di miti e leggende. Meravigliosi paesaggi di montagna, dove cime imbiancate s’innalzano su foreste rigogliose e incontaminate che mostrano tutte le sfumature del verde. In questi scenari hanno un ruolo primario i monasteri e le incredibili fortezze: gli dzong. L’eccezionale architettura buddhista incarna la cultura tradizionale e fa da sfondo alle spettacolari feste religiose. In questo viaggio non visitiamo solo le mete classiche di questo paese, ma ci inoltriamo anche nelle sue zone centrali per scoprire i luoghi meno battuti dal turismo. Thimphu , costituita da poche centinaia di abitazioni e botteghe con la facciata in legno, potrebbe apparire come la sede del governo più bucolica del mondo per l’assenza di semafori.  Città come Paro, Trongsa, Punakha, con i loro edifici decorati e dipinti, sembrano essersi materializzate dalle illustrazioni delle fiabe. Phobjikha è una delle più belle valli glaciali dell’Himalaya, dove d’inverno riparano le gru dal collo nero. La mistica valle del Bumthang è indissolubilmente legata alle vicende del protagonista assoluto che accompagna il viaggiatore lungo i sentieri del regno: Guru Rimpoche o Padmasambhava, “colui che nacque dal fior di loto”. Assisteremo a una delle grandi feste di carattere religioso e folcloristico (Tsechu), quando i monasteri-fortezza si riempiono di pellegrini e si animano di danze.  Il viaggio in Bhutan prevede l’ingresso dal Nepal. L’occasione per non mancare le principali attrazioni della Valle di Kathmandu, dove grandi e antiche civiltà hanno lasciato testimonianze in palazzi, templi, monumenti, piazze, luoghi sacri, ma anche in semplici edifici presenti in vicoli o cortili dei piccoli centri intorno alla capitale. I meravigliosi Stupa di  Boudhnath e Swayambunath dove soggiornò Marpa, maestro del grande eremita Milarepa, lungo il suo percorso che dal Tibet lo portò poi in India. Le incantevoli architetture di Bhaktapur e Patan che insieme a Kathmandu furono, nel medioevo, le sedi più importanti dei diversi principati che controllavano la valle. Un viaggio in due paesi affascinanti in hotel di charme dove anche il soggiorno alberghiero diventa un’esperienza unica, come al Dwarika’s, a pochi minuti da Pashupatinath uno dei luoghi più rappresentativi del Nepal. Un ambiente con uno stile e personalità che ne fanno una vera “casa nepalese”, raffinata, unica. La struttura, i vari spazi comuni e le stanze personalizzate sono il risultato delle ricerche di materiali, mobili e arredi antichi e prestigiosi, curati con passione dal proprietario. Il Zhiwa Ling Heritage immerso tra le colline di Paro e gioiello architettonico che unisce il patrimonio culturale bhutanese al comfort.  I lodge Amankora, del prestigioso gruppo Aman , sono stati progettati dal noto architetto australiano Kerry Hill che ha voluto “narrare” il Bhutan attraverso il suo design esprimendo il concetto di complementarietà  di luce e l’oscurità in una sola essenza. Soggiorni davvero indimenticabili ognuno con proprie caratteristiche e ambientazioni.

Richiedici il programma dettagliato!

Indietro
[highlight]Seguici sui Social[/highlight]