Le Cascate di Iguaçu si trovano al confine del  Brasile, Paraguay e Argentina e rappresentano  un vero e proprio capolavoro della natura!

Dichiarato Parco Nazionale nel 1934 , per preservare una delle ultime aree di selva umida subtropicale e le cascate, annoverate fra le Sette Meraviglie del Mondo. Il Parco inoltre ospita oltre 400 specie di uccelli, circa 2000 specie vegetali ed una quantità innumerevole di insetti. Nel parco ci sono alberi che superano i 25mt di altezza

Le Cascate di Iguazu sono ben 275 salti, che nascono dalla confluenza del Rio Paranà e del Rio Iguaçu, la cui altezza media è stata calcolata in 65 metri, che precipitano lungo uno strapiombo largo 3 chilometri.

Una leggenda indios narra che e cascate di Iguaçu furono l’opera diretta del loro dio, il Dio Serpente padrone del mondo. La storia narra di come la figlia del loro capo tribù, una ragazza di nome Naipi, a causa della sua straordinaria bellezza fosse stata destinata a vivere esclusivamente al servizio del Dio Serpente, dal curioso nome M’Boy.
Ma la ragazza, innamoratasi di un giovane guerriero del villaggio , ricambiata, decise un giorno di fuggire con l’amato lungo il fiume. Il Dio Serpente, accortosi della fuga, per vendetta creò un’enorme spaccatura nella roccia facendovi precipitare il fiume, e con esso i due amanti, trasformando Naipi in una roccia ai piedi della cascata e il giovane guerriero in una palma ai bordi dell’abisso.

In realtà, la formazione delle cascate di Iguaçu – che nel linguaggio degli indios della zona significa “grandi acque” –  risale a 120 milioni di anni fa, e fu causata da una profonda spaccatura della crosta terrestre.

La scoperta nel 1542 si deve ad un avventuriero spagnolo, Don Alvaro Nunez, ma solo molti anni dopo divennero una meta turistica di rilievo. La prima mappatura invece risale al 1892.

Le Cascate di Iguazu sono visitabili sia dal lato Brasiliano che dal lato Argentino. Dal lato Argentivo potrete osservare la famosissima gigantesca ed impressionante Garganta del Diablo, senz’altro il punto più spettacolare e scenografico delle Cascate di Iguazu, dove dal punto panoramico si ha la sensazione di essere in MEZZO alla cascata! In questo punto le acque cadono da un altezza di 80 mt percuotendo pesantemente il suolo , generando un rombo ed un frastuono assordante e generando nuvole di vapore acqueo che vi daranno la fortissima sensazione di esserci davvero in mezzo!

Se passate dal Brasile o dall’Argentina,

non perdete l’occasione per visitarle. Sarà un esperienza indimenticabile!

Silvia Testa – Il Viaggiosauro
foto scattate durante i nostri viaggi in Argentina

Condividi:
Share