E’ uno dei panorami più belli che i miei occhi abbiano mai visto….  una delle 7 meraviglie del mondo.

Lasciata alle nostre spalle Las Vegas la città dove non esiste il tempo e dove tutto è concesso partiamo all’ avventura lungo strade infinite, alla scoperta dei parchi nazionali di cui abbiamo sempre sentito parlare e che finalmente possiamo vedere.

Dopo circa 440 km e 5 ore di viaggio arriviamo al Grand Canyon. L’ingresso ai parchi è sempre segnalato da un casello dove un ranger vi accoglie per darvi tutte le informazioni  necessarie per scoprire il parco e per farvi pagare la entry fee (attenzione nel caso in cui il vostro viaggio preveda la visita di più parchi potrete acquisare il pass che vi permetterà di accedere a tutti i national parks ad un prezzo più conveniente).

Lasciando alle spalle il simpatico ranger ci dirigiamo verso il lodge dove avremmo poi trascorso la notte. “El Tovar Lodge”, uno dei piu belli presenti in quest’area costruito sul ciglio del canyon con una vista mozzafiato e un ristorante eccellente (gli ospiti degli altri hotel vengono ad assaporare qui i famosissimi piatti di carne quindi un consiglio appena arrivate prenotate un tavolo per cena!).

Il tempo corre molliamo giu’ le valigie nella nostra camera e via alla scoperta di questo posto meraviglioso!
Lungo il Rim si possono scegliere vari percorsi a piedi (trails), oppure salire sulle navette gratuite che fanno la spola dal village ai vari punti panoramici da est a ovest del Canyon, le auto private non possono circolare oltre il village. Ovviamente il mio consiglio è di percorrere più strada possibile a piedi, anche se il trail panoramico è lungo 11 km (ed è soltanto una piccola parte…). Decidiamo quindi di percorrere la prima parte a piedi in questo sentiero che costeggia il canyon e li ogni angolo ogni piccolo scorcio lascia senza fiato, è emozionante e incredibile, immenso e avvolgente.

Quando ci si affaccia per la prima volta non si riesce a pronunciare parola quasi si fatica a respirare, si osserva in silenzio, increduli di cosa la natura possa aver creato.

Vedere e scoprire tutto è impossibile il tempo stringe e quindi con l aiuto delle mappe andiamo nella direzione del punto piu affascinate…

Il tramonto visto dal Hopi Point è qualcosa di magico, i colori delle rocce assumono sfumature di rosso, ocra e oro. Cercate di arrivare qui con un po di anticipo altrimenti rischierete di non godervi a pieno di questo spettacolo visto l’alto numero di persone che nel tardo pomeriggio raggiungono questo punto panoramico.

Per chi invece con uno spitiro più avventuroso, e un po’ più di tempo a disposizione volesse scoprire e addentrarsi nella gola del Canyon, esistono varie possibilità di trekking.

Ma per noi la giornata ormai giunge al termine torniamo al nostro lodge con il cuore pieno di emozioni e col pensiero che l’indomani ci aspetta un’altra  giornata ricca di scoperte!

Michela Rizzi – Il Viaggiosauro

Condividi:
Share