Prima di partire vado sempre in crisi per la valigia.


Lo so, capita a tanti… probabilmente anche a voi !! In verità non ho problemi su cosa mettere in valigia ma che tipo di valigia utilizzare per quel viaggio. Per una città è perfetta una valigia rigida mentre per un safari e più adatto un bagaglio morbido …. Ma uno è troppo grande, uno è troppo piccolo…. le difficoltà sulla dimensione sono le peggiori.


Certo se il vostro viaggio prevede di una tappa a New York,  state pur certi che il vostro bagaglio dovrà essere immenso! New York è  una città che permette un numero illimitato di acquisti a prezzi competitivi quindi non sarà difficile riempire quel bagaglio tanto grande ….anzi forse dovrete comprare una valigia nuova in loco!!!


Se invece la vostra meta e’ l’Africa di certo il bagaglio più adatto è un borsone , un bagaglio morbido da buttare sulla jeep e che si ‘modifichi’ nella forma. Anche qui pero’ si apre un mondo…. io sono alla perenne ricerca di un borsone con le rotelle che mi permetta di avere un bagaglio morbido si , ma con la comodità di un trolley per essere facilmete trasportato in aeroporto.


Il trolley è sicuramente adatto per un bagaglio da bordo ma e’ di dimensioni troppo piccole e a me non basta neanche per un weekend …. forse perché ho un 42 di piedi quindi se metto già due paia di scarpe lo riempio in un secondo!!!


Adesso poi ci sono i bagagli iper-leggeri, iper-tecnologici che pesano nulla. In effetti sono molto comodi considerando che le franchigie incluse nei biglietti aerei sono sempre più limitative.


Certo che però spendere 500 euro o più per una valigia mi sembra davvero un’esagerazione, anche perché ogni volta che prendo un aereo, qualche danno al bagaglio me lo ritrovo. Dovrei imparare a considerare la valigia come un oggetto stagionale con una vita limitata… così da spendere il meno possibile, utilizzandolo per l’uso contingente e poi buttarlo via.


Ma diciamocelo … a tutti piacerebbe avere la valigia che trasportiamo sempre nei nostri viaggi piena di etichette, di adesivi dei posti visitati,  perché fa tanto viaggiatore.


Sul mio borsone morbido della kiway che reputo uno dei bagagli più comodi in assoluto per viaggiare in Africa, ho iniziato a fare questa ‘collezione’… Ho attaccato i ‘tag’ in stoffa dei paesi visitati al borsone. Il risultato è stato che un fantastico borsone che in origine pesava 100 g,  adesso pesa più di un chilo ….. forse non è stata una brillante idea!


Per l’ultimo viaggio presa dalla disperazione ho riesumato un vecchio bagaglio che avevo sopra l’armadio. Era un po’ sovradimensionato per i miei gusti , in effetti avevo veramente pochi capi da portare e la valigia di suo pesava già cinque chili. Dopo mille ripensamenti (è troppo grande, è troppo ingombrante – è mezzo vuoto) alla fine ho optato per questa valigia …con grande soddifazione finale! Perchè  invece di pigiare dentro tutto durante il tour, la maggiore dimensione mi ha permesso di gestire comodamente il contenuto durante l’itinerario senza dovermi sedere sopra l’ultimo giorno per chiuderla!   In un tour infatti l’esigenza e’ quella di non disfare la valigia ogni giorno ma di tirar fuori solo il necessario per la notte o per la giornata. Con Un bagaglio di dimensioni ridotte questa operazione può diventare complicata soprattutto se si inizia riempirla di souvenir!!


Quindi il mio consiglio è : non preoccupatevi dell’apparenza. Se arrivati in aeroporto la vostra valigia e’ un pochino più grande di quella dei vostri compagni di viaggio, niente di male. Nessuno vi giudicherà. E se anche fosse, l’importante che siate comodi voi durante il viaggio e che il vostro bagaglio vi possa seguire comodamente durante tutto il tour.


Non vi resta che sperimentare…. Vi sembra un argomento sciocco? Pensate che c’è persino una MOSTRA sul Bagaglio da viaggio. Curiosi?? Leggete QUI allora o andate nell’area NEWS del nostro sito! e…..Buon Viaggio!


Silvia Testa – Il Viaggiosauro

Condividi:
Share