Leggende Africane


Prima che l’uomo arrivasse sulla terra ed inventassero la caccia, gli animali erano tutti erbivori. Il primo animale che cambiò le sue abitudini fu proprio il velocissimo ghepardo che, correndo più veloce degli altri animali, iniziò ad attaccarli.


A causa della sua voracità, pochissimi animali gli stavano vicino, l’unico che rimaneva in sua compagnia era il veloce tsessebe e i due correvano felici insieme.


Un giorno, sfortunatamente, il ghepardo venne preso dalla fame ed attacco’ il suo unico amico; fu una corsa disperata ma, alla fine, fu il ghepardo a vincere.


Mentre stava divorando l’antilope, il ghepardo chiese scusa all’amico e ricevette questa risposta ‘Non preoccuparti, lo capisco e compiango, e’ nella tua natura: questa sarà la tua condanna , rimanere sempre sol, amico mio.’


Le parole furono così dolci ma terribilmente amare alle sue orecchie che il ghepardo, consapevole di quello che aveva fatto, pianse lacrime mischiate al sangue dell’antilope, che gli marchiarono per sempre il muso.


Tratta da “Animali d’Africa e Storie Bestiali” per gentile concessione dell’autore, Davide Bomben. Ed.Polaris 2007


Foto scattate durante il mio viaggio in Sudafrica

Condividi:
Share