Pillole di Antica Persia


Isfahan è forse la città che mi ha colpito di più in Iran.
Dopo Persepoli, ovviamente. Ma su Persepoli si è scritto tanto, si è letto tanto, quindi le aspettative sono molto alte, e in effetti non vengono minimamente disattese.


Isfahan prima di arrivarci era solo un nome difficile da pronunciare all’interno dell’itinerario di viaggio.
Su tutte le guide è decantata come il capolavoro dell’Iran, la gemma dell’antica Persia, una delle città più belle del mondo Islamico.
Ed è davvero così!!!
Un tripudio di mosaici bianchi e azzurri, i suoi 11 magnifici ponti e una piazza che toglie il fiato !


Passeggiando per Isfahan si respira un’aria di vacanza, fra famiglie che fanno la ‘vasca’ lungo i viali alberati della Chahar Bagh, la via principale lunga più di 5km,  ricca di negozi e locali.
Avanti e indietro, fino al fiume Zayandè sul quale spicca lo spettacolare ponte Si-o-Sè coi suoi 33 archi.


Il ponte più affascinante pero’ è il Khaju, vero capolavoro d’ingegneria. A 23 archi, lungo 132 mt, costruito nel 1650, ha due livelli di terrazze; quella più in basso contiene le chiuse che regolano il flusso della corrente . Il ponte è pedonale, non ci sono motorini o moto che disturbano il tranquillo flusso di pedoni.


I ponti sono diventati quindi occasione di ritrovo e passeggiata romantica per le giovani coppie; luogo per sorseggiare un ottimo tè nelle case da tè disseminate un po’ ovunque; rifugio per coloro che si appartano per ritrovare un po’ di pace e silenzio. Gli archi offrono la vista di montagne e fiumi, incorniciati come fossero dei quadri; i giochi di luce al tramonto fanno la gioia di fotografi e turisti, che si appostano per cogliere l’attimo e lo scorcio migliore. Ogni occasione è buona. Ogni istante diventa unico.


Se avrete modo e tempo, sedetevi ed osservate la vita che scorre intorno: le coppie a braccetto che sorridono e si scambiano occhiate d’intesa, le famiglie che passeggiano coi bambini che corrono in giro, gli anziani che seduti guardano lontano persi nei ricordi.
E vi sembrerà un po’ meno lontano dal nostro, questo paese che è l’Iran….


C’è tanto altro da vedere e scoprire in Iran…. La piazza Emam Khomeini, la Takhti Square , le Madrasse e le moschee, ma meritano un post a parte!


Silvia Testa – Il Viaggiosauro

Condividi:
Share